I vestiti nuovi dell'imperatore - RomaTeatri

Vai ai contenuti
I vestiti nuovi dell'imperatore

"I vestiti nuovi dell'imperatore" è la nota fiaba danese scritta da Hans Christian Andersen e pubblicata per la prima volta nel 1837 nel volume Eventyr, Fortalte for Børn ("Fiabe, raccontate per i bambini"). La fonte da cui ha tratto ispirazione Andersen è una storia spagnola riportata da Don Juan Manuel (1282-1348), la XXXII dell'opera El Conde Lucanor. Il racconto appartiene al bagaglio culturale condiviso di tutto l'Occidente e i riferimenti a questa fiaba nella nostra cultura sono onnipresenti, sebbene, come per altre fiabe e favole, rela- tivamente poche persone conoscano esattamente la storia o ne sappiano indicare l'autore.
La versione della fiaba presentata dall'omonimo spettacolo della compagnia Saltintasca, scritto e diretto da Manuela Rossetti, con Alessio Pala, Antonella Civale e Marco Grossi, è un'interpretazione e rivisitazione ironica non solo della favola stessa, ma dell'intero mondo favolistico di Andersen unito a quello fantastico dei cartoon e video games. Il testo è caratterizzato dal connubio di elementi favolistici e riferimenti storici e culturali quali gag riprese dal celebre attore Petrolini, da Chaplin e Gianni Rodari. Le fiabe classiche presen- tano strutture costanti e a volte lontane da un modello educativo, conoscitivo e ludico attuale. In questo spet- tacolo si vogliono scardinare tramite il paradosso, il grottesco e l'ironia alcuni elementi tipici delle fiabe clas- siche. Ad esempio, il tema del pericolo e quello del diverso, che spesso nei classici sono purtroppo associati, in questo caso vengono spesso ridicolizzati nel caso dei personaggi malefici e resi più umani, meno scon- osciuti e di conseguenza meno temibili quei personaggi considerati pericolosi solo perchè diversi. Il male, nella sua accezione ampia e assoluta, come in tutte le fiabe esiste e si nasconde dietro altre facce e maschere sociali. In questo caso entrano in gioco la stupidità, l'egoismo e la vanità dell'Imperatore della fiaba in questione, associabile ad un moderno "bullo" o milionario viziato o ad un potente corrotto (in questo caso il leggero riferimento sarà probabilmente compreso a pieno solamente dal pubblico di ragazzi più grandi e dagli adulti accompagnatori). Il male ha nuovi volti facilmente leggibili e riconoscibili dai bambini di tutte le età proprio perchè spesso rappresentato da modelli comportamentali negativi attuali e quotidiani, appartenenti al loro stesso vissuto reale o immaginario.

Liberamente tratto dall’omonima favola di Hans Christian Andersen di: Manuela Rossetti
con: Alessio Pala, Antonella Civale
L’Associazione Culturale La Casa della Locusta presenta
I Vestiti Nuovi dell’Imperatore
Spettacolo teatrale interattivo adatto ad un pubblico di adulti e bambini.
"I Vestiti Nuovi dell'Imperatore" conduce, con ironia e allegria, una riflessione discreta sulla democrazia, sul rispetto delle diversità etniche, sociali e culturali, sull'importanza della
cooperazione, della collaborazione e della collettività. Il veicolo scenico del messaggio sono la comicità, il grottesco alternati a momenti malinconici e di riflessione.
Prenota i posti li troverai e pagherai comodamente al botteghino
ROMATEATRI

Via Gina Mazza 15
00156 Roma
Cell. 333 77 77 007
mail info@romateatri.it
COME RAGGIUNGERCI
In auto impostando le seguenti coordinate GPS 41.932715, 12.566017
Con i mezzi pubblici Capolinea Rebibbia metro B poi Autobus 311 fermata Bartolo Longo/La Fontaine a piedi  2 minuti,
ASSOCIAZIONE CULTURALE
Informazioni riservate ai soli soci
Ingresso con tessera associativa
Torna ai contenuti